Sulle orme di The Brave

Come saprete, l’ambientazione del film di animazione The Brave è tutta scozzese e i disegnatori hanno effettuato due sopralluoghi per rappresentare gli scorci più suggestivi di Scozia da inserire nel cartone animato: ovviamente hanno visitato le Highlands occidentali e l’isola di Lewis e Harris, nell’arcipelago delle isole Ebridi: qui infatti si trovano le Pietre di Callanish, a cui gli autori si sono ispirati per realizzare il cerchio di pietre che la protagonista Merida scopre durante le sue peripezie.

Anche i castelli hanno attratto l’attenzione dell’equipe. Infatti la Pixar, con The Brave, introduce per la prima volta nei suoi cartoni la figura dei castelli e i disegnatori si sono ispirati all’Eilean Donan nelle Highlands e al castello di Dunnottar per realizzare le ambientazioni degli edifici. Proprio la maestosità del Dunottar Castle, risalente circa al XV secolo, ha convinto gli autori ad ambientare il castello della famiglia di Merida vicino al mare e non in prossimità di un lago, come definito inizialmente.

Anche le antiche leggende della cultura scozzese hanno avuto una loro parte importante, in particolare quella legata a un curioso fenomeno naturale: infatti alcuni gas che si trovano nelle paludi scozzesi, dopo essere filtrati dal terreno creano dei bizzarri effetti di luce bluastra simili a fiammelle, che la tradizione popolare delle antiche popolazioni ha spiegato con la presenza delle fate. In The Brave quest’antica credenza si è trasformata in fuochi fatui che guidano la protagonista indicandole il sentiero.