Storia della Scozia

La travagliata storia della Scozia, dalla preistoria alle lotte per l'indipendenza.

La Scozia ha un carattere e una cultura estremamente forti e radicati: questo è in parte dovuto alle sue origini celtiche e a un fiero passato di guerre per l’indipendenza, perennemente in lotta contro l’Inghilterra usurpatrice.

La preistoria

La Scozia è stata abitata per circa 6.000/8.000 anni, con ondate successive di coloni e di invasori. I Celti arrivarono dal nord-ovest dell’Europa intorno al 500 a.c. Furono chiamati Bretoni più tardi, dagli invasori romani. Questi temporanei conquistatori chiamarono le terre settentrionali, al di sopra della linea del Forth e Clyde, Caledonia.

Tuttavia, chiamarono alternativamente le tribù settentionali Pitti e tutti questi termini sono usati ancora oggigiorno per descrivere la storia antica della Scozia. Il nome Scozia deriva dagli Scoti, un’altra tribù celtica, che giunse dall’Irlanda. Nel V e VI secolo, gli Scoti, che parlavano gaelico, si stabilirono nella zona costiera occidentale, quella che oggi è Argyll, in numero sufficiente da formare il Regno di Dalriada.