Piatti tipici in Scozia

I piatti tipici della gastronomia scozzese che potrete provare durante il vostro viaggio.

Vogliamo illustrarvi alcuni piatti tipici della cucina scozzese.

Avena

Il consumo di avena è sempre stato altissimo. Non solo è un alimento molto versatile (compare in tantissime ricette, dalle minestre ai dolci), ma è anche caldamente raccomandato dalla dietetica moderna, perché ricco di fibra, ferro, zinco e vitamine.

Con l’avena si possono fare aotcakes, gallette che accompagnano molto bene i formaggi. La farina fine di avena si può aggiungere ai normali ingredienti per una pasta frolla salata, per renderla piacevolmente croccante; in un dolce chiamato cranachan, l’avena, con zucchero di canna, è tostata al grill e mischiata poi, una volta fredda, a panna leggermente montata, in cui sono stati incorporati dei lamponi. Orkney broonie è invece un pane dolce allo zenzero fatto con farina di grano e avena.

Black Pudding

Simile a certi sanguinacci italiani, è una salsiccia fatta con avena, grasso di rognone, cipolla e sangue di pecora o di maiale. Arrostito in padella e servito con un uovo fritto e pomodori grigliati, è forse una delle colazioni ‘nordiche’ più appetitose (ideale prima di una camminata nel freddissimo inverno scozzese).

Pies

Scotch pies sono comunissime, soprattutto a Dundee, dove sono chiamate semplicemente ‘pies’: tortine salate ripiene di macinato di manzo e pane biscottato, il cui guscio è una pasta fatta a caldo, cosa insolita, con lo strutto.

Haggis

È forse il più famoso piatto della cucina scozzese: è polmone di agnello è cotto per ore e mischiato poi a del grasso (cotto) di manzo, cipolla, avena (di diversi tipi) e spezie (pepe bianco, noce moscata e coriandolo, tra le altre).

Il tutto viene poi macinato e con questo composto si riempiono degli intestini di agnello (o di bue). Haggis viene poi cotto al vapore ed è così pronto per il consumo domestico: a fette, cotte brevemente in padella, si mangia generalmente con champit tatties, il purè di patate.

Alghe

Alcuni tipi di alghe hanno costituito per secoli un alimento comune nella dieta scozzese. Le più usate erano redware (porphyria lacinata), dulse (rhodymenia crispus) e carrageen (chondrus crispus). Queste alghe potevano essere bollite in acqua, scolate e condite con burro fuso e succo di limone. Oppure se ne faceva una minestra: venivano messe a cuocere con le patate nel latte e il tutto era poi passato al setaccio e servito caldissimo, con una spruzzata di limone. Grilled dulse, alla brace, con una spruzzata di aceto, si può acora gustare in qualche vecchio pub.

Arbroath smokies

Sono gli eglefini (ricordano il merluzzo) affumicati. Sono arrostiti al forno, con il burro. Un altro piatto veramente tradizionale è herring in oatmeal, l’aringa impanata con avena e fritta nel burro: con le patatine novelle è uno dei migliori piatti estivi della cucina scozzese.