Isole Faroe

Nel cuore dell'Oceano Atlantico, l'arcipelago delle Faroe è un luogo remoto ma molto interessante da visitare, soprattutto dal punto di vista naturalistico.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze
Cerca

Le isole Faroe (Fær Øer) sono un arcipelago di 18 isole e 770 isolotti situato in pieno Oceano Atlantico, al centro di un triangolo avente come vertici l’Islanda, la Norvegia e la Scozia. Un territorio remoto e fuori dal mondo, abitato da poco più di 50 mila persone, facente parte del Regno di Danimarca (formato dalla Danimarca stessa, dalla Groenlandia e appunto dalle Faroe). Perchè visitare le Faroe allora? Semplicissimo: troverete ad attendervi una natura meravigliosa e incontaminata, tradizioni millenarie legate alla mitologia nordica e tantissimo spazio a disposizione, da percorrere in lungo e in largo a piedi lungo i sentieri o con un’auto lungo le bellissime strade, per avvistare specie di animali uniche o per scoprire montagne, cascate e villaggi remoti.

Un viaggio all’insegna dell’attività all’aria aperta, caratterizzato però da una variabile da non trascurare: il clima. Già, perchè alle Faroe il meteo non è sempre dei migliori: la pioggia è molto frequente e le temperature sono basse, tanto che è raro che d’estate si superino i 20 gradi centigradi. Tuttavia questo non deve spaventarvi, poichè la variabilità è anche un punto a favore: del resto, se piove, non può che migliorare.

Le isole Faroe possono essere visitate in un viaggio a sè stante, oppure incluse in un itinerario più ampio, che comprenda anche la Danimarca oppure proprio la Scozia, poichè anche se non sembra, i due territori non sono troppo lontani: in linea d’aria, tra il punto più a sud delle Faroe e il punto più a nord della Scozia, ossia l’isolotto disabitato di Rona, ci sono soltanto 260 chilometri. Considerando invece i luoghi abitati, i chilometri di distanza diventano 280 con il villaggio di Foula nelle Shetland e 300 considerando il villaggio di Westray nelle Orcadi.

Quando andare alle isole Faroe

Senza girarci troppo intorno, il clima delle isole Faroe è rigido. La pioggia è molto frequente e d’inverno le temperature vanno sotto lo zero. Tuttavia l’impatto del freddo e delle alte latitudini è mitigato dalla corrente del Golfo, pertanto non troverete mai temperature troppo al di sotto dello zero.

Detto questo, il miglior periodo per visitare le isole Faroe è quello dell’inizio estate, poichè le temperature mantengono soglie accettabili aggirandosi tra i 15 e i 20 gradi, la natura dà il meglio di sè e le giornate sono lunghissime: a metà giugno il sole tramonta quasi a mezzanotte, e sorge alle 3:30 del mattino! D’inverno invece è quasi sempre buio: tanto per dare un termine di paragone, il giorno di Natale il sole sorge alle 9:52 del mattino, e tramonta alle 15:02. Tuttavia, gli amanti delle atmosfere nordiche apprezzeranno questi luoghi anche in questa stagione, senza contare le buone probabilità di avvistare l’aurora boreale, cielo sereno permettendo.

Una nota a margine riguardo i prezzi: d’estate essendo alta stagione sono più alti, e pertanto se volete risparmiare un po’, provate ad avventurarvi da queste parti in altri periodi dell’anno. Ad esempio, verso aprile-maggio le giornate sono già decisamente lunghe e le temperature in aumento.

Come arrivare alle isole Faroe

L’unico aeroporto internazionale delle isole Faroe si trova nel villaggio di Sørvágur, a circa 30 chilometri dalla capitale Torshavn, ed è l’aeroporto di Vágar (Vága Floghavn). Qui partono e arrivano i voli della compagnia nazionale Atlantic Airways, la principale utilizzatrice dello scalo, che collega l’arcipelago con la Danimarca, la Norvegia, l’Islanda, la Germania, la Scozia e anche con alcune destinazioni estive spagnole come Barcellona, Gran Canaria o Palma di Maiorca. Sono in programma anche voli di altre compagnie, come Icelandair con voli da e per Reyjkavik, SAS da e per Copenaghen e la norvegese Wideroe da e per Bergen.

Il collegamento aereo da e per la Scozia avviene soltanto tramite l’aeroporto di Edimburgo. La durata del volo è di circa un’ora e 30 minuti e il prezzo per un volo di andata e ritorno oscilla solitamente tra i 200 e i 300 euro.

Se volete arrivare alle Faroe via terra, potete prendere il traghetto operato dalla compagnia Smyril Line che parte una volta a settimana dal porto danese di Hirtshals. E’ possibile anche imbarcare la propria auto.

Cosa vedere alle isole Faroe

Nonostante tutte insieme abbiano una superficie che è la metà della Val d’Aosta, le Faroe non sono semplici da girare: del resto, spostarsi tra 18 isole significa dover fare affidamento continuo su traghetti, tunnel sotterranei o elicotteri. Le giornate di viaggio possono prevedere spostamenti molto lunghi, non tanto per una questione di chilometri, tanto per il fatto che occorre attendere navi, spostarsi attraverso strade strette o fare i conti con chiusure improvvise.

Ecco quindi una lista di cose da vedere alle Faroe incentrate soprattutto sulla zona dell’aeroporto internazionale e sull’isola di Streymoy, dove si trova la capitale Torshavn, che volenti o nolenti non potrete non visitare.

Tórshavn

Torshavn, nota tra gli abitanti semplicemente come Havn, è la capitale delle Faroe. Si trova sulla costa est dell’isola di Streymoy, ed è abitata da circa 14 mila persone: ciò la rende di gran lunga il centro abitato più grande e importante dell’arcipelago.

Durante la vostra permanenza in città non perdetevi il quartiere di Tinganes, ossia la zona vecchia, dove non mancano le case tradizionali in legno con il tetto ricoperto d’erba, da cui con una breve passeggiata a piedi potrete raggiungere la bella cattedrale di Torshavn risalente al 1788. Interessante notare che la cattedrale non è la chiesa principale della città: questo titolo lo detiene la Vesturkirkjan, con l’esterno decorato da sculture dall’artista locale Hans Pauli Olsen.

Interessante anche una visita alla fortezza storica di Skansin, risalente al sedicesimo secolo, e il museo d’arte Listasavn Foroya, dove potrete ammirare opere d’arte locale, quasi sicuramente sconosciuta ai più ma decisamente interessante.

Kirkjubøur

A breve distanza da Torshavn si trova il villaggio di Kirkjubøur, che rappresenta l’avamposto più a sud sull’isola di Streymoy. Qui vicino si trova anche il porto di Gamlaratt, aperto nel 1993, che collega Streymoy con altre isole dell’arcipelago.

A Kirkjubøur si trova il sito storico più importante delle Faroe, che comprende le rovine della cattedrale trecentesca di San Magnus, della chiesa di Santo Olav del XII secolo e della vecchia fattoria Kirkjubøargarður risalente all’XI secolo. All’interno della chiesa di Santo Olav si trova una grossa pietra, la pietra di Kirkjubøur, scoperta nel 1832 e risalente all’epoca vichinga.

Cascata Fossà

37W2C+CWV, Haldarsvík 440, Isole Faroe

Una delle attrazioni principali della parte nord dell’isola di Streymoy è la Cascata Fossà, che in faroese significa “fiume con cascate”. E’ la cascata più alta delle Faroe e si trova vicino al villaggio di Haldarsvik; la sua particolarità è quella di gettarsi in mare attraverso due diversi salti, ad altezze diverse, come se fosse una cascata su due piani.

Cascata Múlafossur

44H57+2RC, Gásadalur 387, Isole Faroe

Forse l’attrazione più famosa delle Faroe, la cascata Múlafossur si trova vicina al villaggio di Gàsadalur, a circa 10 chilometri dall’aeroporto Vagar, ha un’altezza di circa 30 metri e si getta direttamente nell’oceano. La si raggiunge con una breve e semplice camminata che parte dal villaggio, ma vi consigliamo di visitarla dal promontorio opposto, o persino dal mare prendendo parte a tour guidati in barca, per godersela appieno in tutto il suo splendore.

Lago Sørvágsvatn

5Sørvágsvatn, Isole Faroe

Il Sørvágsvatn, noto anche come Leitisvatn, è noto per la sua posizione straordinaria e unica, poiché si trova su un altopiano elevato, regalando ai visitatori una vista spettacolare sull’oceano sottostante. La caratteristica più sorprendente è l’altezza a cui si trova: il Sørvágsvatn si posiziona a circa 30 metri sopra il livello del mare, creando l’illusione ottica che le sue acque si mescolino direttamente con l’oceano, una vista che attira numerosi visitatori e appassionati di fotografia desiderosi di ammirare questo straordinario paesaggio.

Monte Slættaratindur

La montagna più alta delle Faroe è l’impronunciabile Slættaratindur, che con i suoi 880 metri di altitudine domina tutto il panorama circostante. Si trova sull’isola di Eysturoy, non distante dal piccolo villaggio di Funningur. L’ascesa al monte dura non più di 4 ore, lungo percorsi a piedi pendenti ma che non richiedono esperienza alpinistica.

Dalla cima, nelle giornate di cielo terso si può ammirare tutto l’arcipelago delle Faroe a 360 gradi.

Capo Enniberg

La falesia di Capo Enniberg si trova sulla remota isola di Viðoy, ma la fatica per raggiungerlo sarà ampiamente ripagata: infatti, con i suoi 754 metri di altezza, è uno dei promontori più alti al mondo. Al contempo, Capo Enniberg è il punto più a nord delle Faroe.

Vi consigliamo di raggiungere Capo Enniberg in barca con un’escursione organizzata, poichè avrete anche la possibilità di vedere da vicino un’importante colonia di uccelli. I tour di questo tipo partono dal porto di Klaksvìk sull’isola di Borðoy, sicuramente più semplice da raggiungere da Torshavn.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire alle isole Faroe

Essendo un luogo molto remoto, non aspettatevi un’enorme ricettività turistica: alle Faroe si dorme perlopiù in piccoli cottage o guesthouse, strutture dotate certamente di tutti i comfort moderni ma distanti anni luce dai grandi hotel, che però a onor del vero sono disponibili in misura rapportata alla grandezza del luogo a Torshavn, anche a 4 stelle.

Per questo e per mille altri motivi, dormire a Torshavn è la scelta più ovvia e logica: avrete a disposizione molti servizi, negozi, supermercati, fermate dei mezzi di trasporto, uffici di escursioni, traghetti per altre isole e vicinanza alle principali strade dell’arcipelago. Per contro, i prezzi di Torshavn sono più alti della media e, soprattutto, è possibile che se scegliete di fare una vacanza alle Faroe vogliate essere completamente soli e circondati dalla natura, cosa che dormendo nella capitale evidentemente non può succedere.

Un’alternativa da prendere in considerazione è quella di dormire sull’isola di Vàgar. Così facendo, sarete sicuramente più isolati e immersi nella natura rispetto a Torshavn, ma allo stesso tempo qui si trova l’aeroporto internazionale, quindi avrete l’enorme comodità che i trasferimenti aeroporto-alloggio e viceversa si svolgeranno in brevissimo tempo. Infine, sull’isola di Vàgar si trova la bellissima cascata di Múlafossur, una delle cose più belle da vedere alle Faroe.

Anche Runavìk, sull’isola di Eysturoy, è una buona base dove dormire alle Faroe: la sua posizione centrale rispetto alle bellezze dell’isola sulle sponde di un bellissimo fiordo, la presenza di un porticciolo e di alcuni servizi come supermercati, pompe di benzina, stazione di polizia e farmacia lo rendono un’ottima alternativa.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati

Hotel
Hotel Hafnia
Tórshavn - Aarvegur 4 -10Misure sanitarie extra
8.6Favoloso 741 recensioni
Prenota ora
Hotel
Hotel Føroyar
Tórshavn - OyggjarvegurMisure sanitarie extra
8.2Ottimo 611 recensioni
Prenota ora
Hotel
Hotel Tórshavn
Tórshavn - Torsgota 4, P.O. Box 97
7.1Buono 453 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Prefisso telefonico

Il prefisso internazionale delle isole Faroe è +298, e quindi per chiamare un numero delle Faroe dall’Italia occorre comporre il numero 00298 e poi il numero (a sei cifre) della persona o dell’ente che si intende chiamare. Viceversa, per chiamare in Italia se vi trovate alle Faroe è necessario usare il prefisso italiano 0039. Ricordatevi che chiamando un telefono fisso, non dovrete comporre lo 0 del prefisso.

Bandiera delle isole Faroe

La bandiera delle Faroe è una classica croce scandinava di colore rosso, con lo sfondo bianco e il contorno blu. Fu adottata il 25 aprile 1940, ricorrenza che viene celebrata ogni anno in quel giorno con il nome di “festa della bandiera”.

Il bianco rappresenta la schiuma del mare e il cielo delle isole, mentre il rosso e il blu sono dei rimandi alle altre bandiere scandinave, a rappresentare i forti legami di queste isole con il resto dei paesi nordici.

Nella lingua del posto, la bandiera delle Faroe si chiama Merkið.

Moneta

La moneta ufficiale delle isole Faroe è la corona faroense, una versione “locale” della corona danese. In altre parole: la corona danese e quella faroense vengono scambiate 1:1, cambiano soltanto i motivi e i disegni. In particolare, su un lato si trova sempre un paesaggio delle Faroe, sull’altro un animale che vive su queste isole. Non preoccupatevi quindi se, prelevando con il bancomat, riceverete corone danesi! Allo stesso tempo, pagando con carta di credito, sull’estratto conto vedrete come simbolo della valuta DKK, ossia corone danesi.

La corona faroense, emessa dalla banca nazionale di Danimarca, è divisa in 100 centesimi (øre), e le banconote esistono in tagli da 50, 100, 200, 500 e 1000 corone. Il tasso di cambio tra euro e corona faroense è lo stesso in vigore tra euro e corona danese. Sebbene sia ovviamente variabile di giorno in giorno, è piuttosto stabile attorno alle 8-9 corone per 1 euro.

Dove si trova Isole Faroe

Le isole Faroe sono un arcipelago situato nell'Oceano Atlantico, a nord della Scozia, più o meno equidistanti tra Islanda e Norvegia.

Alloggi Isole Faroe
Cerchi un alloggio in zona Isole Faroe?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Isole Faroe
Verifica disponibilità