Isola di Skye

Un posto fuori dal mondo, dove la natura (e la Scozia) danno il meglio di sè. E' l'isola di Skye, nelle Ebridi Interne, un vero e proprio gioiello.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze
Cerca

L’isola di Skye è una destinazione che non può mancare nel curriculum di ogni viaggiatore che si rispetti. E’ la più grande e più settentrionale delle Ebridi Interne, arcipelago situato al largo della costa nord-ovest della Scozia, ed è un posto davvero sensazionale. Qui infatti potrete ammirare dirupi, spiagge, montagne, praterie, brughiere, scenari da favola e pittoreschi villaggi, il tutto condensato in poco più di 1500 chilometri quadrati.

Popolata sin dalla preistoria, è stata abitata da tribù celtiche, vichinghi scandinavi e clan gaelici. Dopo secoli in cui gli abitanti si dedicavano alla pastorizia e alla pesca, oggi l’attività principale dell’isola di Skye è il turismo. Il tutto si snoda da Portree, un villaggio di 2300 abitanti situato circa a metà dell’isola, affacciato sul mare sulla costa est, che ne rappresenta il capoluogo e il principale insediamento: da qui è possibile partire alla scoperta del resto di Skye e di alcune piccole isole vicine.

Visitate Skye e ve ne innamorerete. Ma sappiate che non siete gli unici: l’isola è stata scelta da registi e scrittori come location per vari film e come ambientazione per romanzi, poesie e canzoni.

Cosa vedere sull’isola di Skye

Percorrere tutta l’isola di Skye da nord a sud (o meglio, da sud-est a nord-ovest, in quanto è questa la direzione della strada principale che l’attraversa) è questione di poco più di un’ora e mezzo. Ed è per questo che una volta arrivati fin qui vorrete vedere proprio tutto! Ecco quindi quali sono le migliori cose da vedere sull’isola di Skye, tra villaggi, castelli e paesaggi naturali da scoprire percorrendo sentieri a piedi.

Portree

E’ improbabile che visitando Skye non passiate da Portree, il villaggio più grande dell’isola. Ma vale decisamente la pena visitarlo, e persino fermarvi per prenderlo come base per l’intera durata della vacanza. Qui troverete numerosi servizi, oltre a bar, ristoranti e ovviamente tante guest house e bed and breakfast. Tra le cose più interessanti da vedere c’è senza dubbio il promontorio The Lump, a poca distanza dalla cittadina, raggiungibile a piedi con un percorso segnalato da cui si ammira un bellissimo panorama di Portree e dei suoi dintorni.

Ma la vera icona di Portree è rappresentata dalla fila di casette colorate che si stagliano sul lungomare, e rappresentate su tutte le cartoline e i souvenir della zona. Scattate magnifiche foto da ogni posizione e anche dal mare, prendendo parte ad uno dei numerosi tour in barca che partono ogni giorno da Portree.

Castello di Dunvegan

2MacLeod Estate, Dunvegan House, Dunvegan, Isle of Skye IV55 8WF, Regno Unito

Dunvegan è un piccolo villaggio di poco meno di 400 abitanti situato sulla costa nord-ovest di Skye. Circondato da bellissimi paesaggi, consigliamo di arrivare fin qui soprattutto per visitare il castello di Dunvegan, posto a meno di due chilometri a nord dell’abitato principale su una piccola altura. Costruito originariamente nel 1200, circa 500 anni dopo fu ricostruito totalmente in stile finto-medievale. Oltre al castello in sè, vale la pena visitare anche i giardini, estremamente curati con prati, aiuole e numerose specie di fiori.

Inoltre, dal molo del castello, tutti i giorni da aprile a settembre è possibile prendere parte ad una gita in barca della durata di 25 minuti per cercare di avvistare le foche. I tour sono disponibili tutti i giorni, soggetti alla capienza della barca, con partenze dalle 10:00 alle 16:30. Infine, c’è la possibilità di prendere parte ad un tour guidato del castello di Dunvegan ad intervalli regolari, tutti i giorni dalle 10:30 alle 16:15.

Il castello di Dunvegan è aperto tutti i giorni dal 29 marzo al 15 ottobre dalle 10:00 alle 17:30, con ultimo ingresso alle ore 17:00. E’ disponibile un parcheggio gratuito per le auto e i camper, e parcheggi dedicati per pullman e minibus; presso i parcheggi ci sono anche i servizi igienici. I cani sono ammessi solo all’interno del giardino, posto che siano a guinzaglio.

E’ possibile acquistare biglietti per l’ingresso soltanto al giardino, o un cumulativo che consente anche di entrare nel castello. I bambini sotto i 5 anni entrano gratis, mentre gli studenti, gli over 65 e i bambini tra i 5 e i 15 anni hanno diritto ad uno sconto sul prezzo.

Distilleria Talisker

3Carbost, Isle of Skye IV47 8SR, Regno Unito

Il Talisker è un famoso whisky scozzese commercializzato anche in Italia, e prodotto proprio sull’isola di Skye sin dal 1830. La distilleria si trova sulla costa ovest dell’isola di Skye, affacciata sul lago Harport e raggiungibile comodamente in auto oppure tramite gli autobus 607 e 608.

Se siete amanti del whisky non perdetevela! All’interno potrete prendere parte ad un tour degustazione in cui potrete provare 6 Talisker diversi, compresi quelli invecchiati di 18 e 25 anni, oltre al normale tour della distilleria in cui vi sarà illustrato l’intero processo produttivo. Ci sono diverse varianti di ciascun tour a disposizione, ma in ogni caso consigliamo di prenotare la visita con anticipo, poichè può essere molto affollato in alta stagione.

La distilleria Talisker è aperta tutti i giorni dalle 10:00 del mattino fino alle 16:30; da marzo a ottobre la chiusura viene estesa di mezz’ora, fino alle ore 17:00.

Old Man of Storr

Sulla penisola Trotternish, situata a nord di Portree, si trova lo Storr, una collina con la caratteristica di avere il versante est montuoso e roccioso, e il versante ovest che degrada dolcemente con un prato. Alto 719 metri, lo Storr può essere asceso a piedi tramite un sentiero ben segnalato e non difficile, che si snoda a partire dalla strada A855 subito a nord del lago Leathan.

Ma la caratteristica principale dell’area è senza dubbio l’Old Man of Storr, un monolito di 55 metri che si staglia sul profilo dello Storr ed è uno dei punti più fotografati dell’intera isola di Skye. Vera e propria icona dell’intera Scozia, l’Old Man of Storr viene immortalato in cartoline, souvenir, poster e guide turistiche. Essendo una delle attrazioni più visitate della zona è sempre piuttosto affollata, tanto che il piccolo parcheggio situato all’inizio del sentiero non è sufficiente a contenere le auto dei turisti, costretti in alta stagione a parcheggiare a fianco strada.

La salita verso l’Old Man of Storr consente di ammirare panorami incantati, con la vista che spazia dal mare alle colline, attraverso tutta l’isola di Skye. Il sentiero all’inizio è largo e ghiaioso, mentre salendo si restringe e diventa sterrato. Attenzione al fatto che in caso di pioggia (non esattamente una rarità da queste parti) può diventare fangoso e scivoloso.

Quiraing

I paesaggi del Quiraing accolgono i visitatori sulla punta nord della penisola del Trotternish. Anche questa è una zona da non perdere durante una visita di Skye, e il motivo sta tutto nei panorami fiabeschi che si possono ammirare camminando lungo il sentiero ad anello di circa 7 chilometri, che parte e arriva dal parcheggio per le auto situato lungo la strada principale, a circa mezz’ora d’auto da Portree. Senza fermarsi si compie in circa 2 ore, ma state sicuri che le soste per le foto saranno decisamente molte!

Percorrendo il sentiero vi sembrerà di essere all’interno di un film fantasy, circondati da colline, laghi, montagne e particolari formazioni rocciose che si sono meritate dei nomi tutti per sè, come The Needle, un pinnacolo di 37 metri, The Table, un plateau erboso, oppure The Prison, un picco roccioso a forma di piramide che ricorda una torre fortificata.

Attenzione al fatto che il sentiero del Quiraing non è adatto a tutte le condizioni meteo. Cercate di evitarlo in condizioni ventose o di scarsa visibilità, in quanto passerete a fianco di alti pendii.

The Brother's Point

6near, Culnacnoc, Isle of Skye IV51 9JJ, Regno Unito

Un altro luogo imperdibile di Skye situato sulla penisola Trotternish, il Brother’s Point rappresenta uno dei paesaggi più belli dell’isola, e allo stesso tempo molto meno battuto rispetto al Quiraing o allo Storr. Per raggiungerlo, guidate fino a Culnancoc, a circa 25 minuti a nord di Portree, e parcheggiate l’auto nel piccolo parcheggio, quindi iniziate il sentiero, di ghiaia e terra. La sua lunghezza è di poco meno di 4 chilometri, e il tempo necessario per la visita è di circa 2 ore, comprese le soste per le foto.

Lungo il sentiero potrete ammirare la bellissima costa est dell’isola di Skye, con le sue formazioni rocciose e i suoi prati che scendono dolcemente in mare, e raggiungerete prima una spiaggia rocciosa, e dopo dei dirupi a picco sul mare, prima di raggiungere il Brother’s Point vero e proprio, una piccola penisola anch’essa a picco sul mare, che regala magnifiche viste.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

L’isola di Skye e il cinema

L’attrazione dei registi per i panorami maestosi di Skye è sempre stata enorme, ma decisamente giustificata. Anche se non siete mai stati sull’isola, è probabile che l’avrete già vista sul grande o piccolo schermo, in alcuni film solo di sfuggita, mentre in altri come vera e propria protagonista.

Potrete aver già visto il Quiraing, per esempio, uno dei panorami più iconici dell’isola di Skye, plasmato da dirupi, pendii e pinnacoli, che gli donano un aspetto sovrannaturale. Non dovrebbe quindi stupirvi il fatto che molti film hanno delle scene girate qui, come Macbeth del 2015, Stardust del 2007 e 47 Ronin del 2013, con Keanu Reeves.

Anche l’Old Man of Storr si presta perfettamente ai film, essendo una formazione rocciosa davvero particolare, visibile anche da chilometri di distanza. Ed è per questo motivo che Ridley Scott decise di includerlo nel suo Prometheus del 2012, così come Robin Hardy nel 1973 per il famoso horror britannico The Wicker Man.

Altri pinnacoli, altri film. E’ il turno del Cuillin, una delle montagne più dure da scalare del Regno Unito, formato da 36 vette che si snodano su un crinale di 12 chilometri. Qui sono state girate alcune scene di Highlander nel 1986 e di Seachd: The Inaccessible Pinnacle del 2007, un film che non è arrivato da noi ma che ha fatto storia poichè è il primo film in gaelico scozzese ad essere stato distribuito nei cinema mainstream.

Altri due film molto famosi a contenere scene girate sull’isola di Skye sono Stardust del 2007 e Un amore di testimone (Made of Honor in lingua inglese). Per il primo è stato scelto di girare alcune scene a Fairy Glen, mentre per il secondo sono stati usati il castello e i giardini di Dunvegan.

Dove dormire sull’isola di Skye

Per dormire sull’isola di Skye la soluzione principale è rappresentata da piccole guest house e bed and breakfast, in piena tradizione scozzese. Scordatevi i grandi alberghi! A dire il vero, anche di hotel di dimensione normale ce ne sono ben pochi, meno di 10 in tutta l’isola, ma sono quasi tutti di ottimo livello, a 3 o 4 stelle, in stile tipico, ottimamente arredati e dotati di tutte le comodità.

La zona migliore dove dormire è senza dubbio quella di Portree: avrete una cittadina a disposizione con i suoi servizi, e allo stesso tempo non sarete mai troppo lontani dalle principali attrazioni. Occhio ai prezzi: dormire a Skye è decisamente costoso. Consigliamo quindi di prenotare con largo anticipo per non rischiare di trovare prezzi più alti e bassa disponibilità.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Isola di Skye

Hotel
Dunollie Hotel ‘A Bespoke Hotel’
Broadford - Broadford, Isle Of SkyeMisure sanitarie extra
6.7Buono 2.177 recensioni
Prenota ora
Hotel
Kyle Hotel ‘A Bespoke Hotel’
Kyle of Lochalsh - Main StreetMisure sanitarie extra
7.1Buono 1.930 recensioni
Prenota ora
Hotel
Kings Arms Hotel
Kyleakin - King StreetMisure sanitarie extra
6.0Buono 1.833 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come arrivare sull’isola di Skye

La posizione remota dell’isola di Skye fa sì che non sia semplice da raggiungere. L’aeroporto più vicino è quello di Inverness, situato a circa 3 ore di auto, ma non prevede voli diretti dall’Italia. Per minimizzare i voli aerei consigliamo di atterrare a Glasgow o Edimburgo, e guidare per circa 5 ore in direzione nord-ovest.

Se decidete di introdurre l’isola all’interno di un tour on the road della Scozia dovrete prima arrivare a Kyle of Lochalsh, un piccolo villaggio da cui parte lo Skye Bridge, un grosso ponte che collega la terraferma a Skye. Le distanze sono lunghe ma vi consigliamo di prendere la strada A82, fermandovi a Loch Lomond e a Fort William, due delle principali attrazioni della Scozia, in modo da spezzare il viaggio anche in due giorni.

Potete arrivare a Kyle of Lochalsh anche con i mezzi pubblici, bus o treno, e poi proseguire verso Skye, sempre con il bus oppure in traghetto.

Tour guidati all’isola di Skye

Un’alternativa comoda per visitare l’isola di Skye è infine quella di prendere parte ad un tour di gruppo. Ce ne sono diversi, in base alla partenza. La durata tipica è di 1 giorno con partenza da Inverness oppure di 3 giorni, con partenza da Edimburgo e da Glasgow.

Meteo Isola di Skye

Che tempo fa a Isola di Skye? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Isola di Skye nei prossimi giorni.

domenica 21
14°
lunedì 22
12°
martedì 23
mercoledì 24
giovedì 25
10°
venerdì 26

Dove si trova Isola di Skye

Skye si trova nell'arcipelago delle Ebridi Interne, di cui rappresenta l'isola più grande, sulla costa nord-ovest della Scozia.