Edimburgo

Cosa vedere a Edimburgo

Tutto che c'è da scoprire e visitare nella bellissima Edimburgo!

Edimburgo è una città dalle molte anime e ognuna saprà incantarvi.

Dal fascino medievale della Old Town con l’antico castello e il Royal Mile che porta fino al fiabesco Holyroodhouse Palace alla vita notturna, i ristoranti etnici e di pesce e il sapore settecentesco della New Town, dalle vedute di Calton Hill alla natura incontaminata dell’Arthur’s Seat, il più imponente e spettacolare vulcano di Scozia.

Tutto questo condito da gallerie d’arte, musei, tanti pub tradizionali e negozi per assaporare le tradizioni scozzesi.

Da non perdere

Itinerari

Grassmarket

Grassmarket, Edinburgh EH1, Regno Unito

Questa bellissima piazza della Old Town ai piedi del castello è stato uno dei luoghi più macabri della città: qui infatti avvenivano le esecuzioni pubbliche sui patiboli.

Grassmarket è legato a episodi di linciaggio, disordini e sommosse. Non solo: in un close affacciato su questa piazza avevano il loro covo due famigerati disseppellitori di cadaveri e assassini che attiravano le proprie vittime per procurarsi cadaveri da vendere al riverito medico Robert Knox. Catturati e condannati vennero impiccati proprio qui.

Nonostante questa macabra storia oggi la piazza è un tripudio di ristorantini, pub e locali e costituisce uno di divertimento nella Old Town. Ma nelle plumbee giornate di pioggia, quando le facciate diventano grige e oscure, ancora potrete vedere il suo lato più inquietante con la sua atmosfera cupa e misteriosa.

Nell’angolo nord orientale potete ammirare i 5 vecchi caseggiati superstiti dell’antico West Bow che portava verso il Royal Mile.

Risalite la bella Victoria Street, una particolare via su due livelli punteggiata da negozi molto pittoreschi (come un negozietto di stregoneria), ristorantini e pub caratteristici, fra cui il Bow Bar, che ha vinto il premio come miglior bar della Gran Bretagna: pannelli di legno, clientela quasi esclusivamente locale e un’ottima selezione di birre scozzesi e di whisky, quasi 150!

Water of Leith e Dean Village

Dean Path, Edinburgh EH4 3AY, Regno Unito (Sito Web)

Il Water of Leith, un percorso pedonale lungo il canale, è un lungo corridoio verde di quasi 20 chilometri che si snoda silenzioso all’interno della città.

Al di sotto del manto stradale, lontano dai rumori del traffico e della città, si apre questo angolo quanto mai bucolico che sembra uscito direttamente da un romanzo romantico dell’800.

Un lungo passaggio pedonale e ciclabile parte da Balerno e arriva fino al mare attraversando antichi villaggi rurali, oggi annessi alla periferia della città, sobborghi vivaci, chiuse, piccole cascate e angoli nascosti e suggestivi della città: pochi turisti visitano questo luogo così suggestivo, invece molto frequentato dagli abitanti di Edimburgo come passeggiata domenicale.

Il tratto più suggestivo è affascinante è sicuramente quello che parte dal Dean Village, uno dei luoghi più pittoreschi della città, e arriva a Canonmills: vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo passeggiando lungo il canale, passando sotto ponti, ponticelli, cascate, antichi cancelli in ferro battuto, muretti ricoperti di muschio. Il centro della città di sembrerà lontanissimo e sarete immersi in un’atmosfera lenta d’altri tempi.

Il Dean Village è una vera chicca che Edimburgo nasconde agli occhi dei turisti frettolosi: è un antico villaggio minerario che ha conservato perfettamente edifici e case d’epoca. Oggi inglobato nel tessuto urbano della città è riuscito a mantenere intatta la propria identità grazie ai residenti del borgo e al suo carattere fiero.

A Stockbridge ogni sabato si tiene un simpatico e bucolico mercatino con bancherelle di produttori locali dove potrete assaggiare formaggi e dolci fatti in casa o acquistare vecchi vinili emersi da antichi bauli e scantinati.

Calton Hill

Calton Hill, Edimburgo EH7 5AA, Regno Unito

Una bellissima passeggiata da fare, sopratutto nelle giornate limpide, è la salita a Calton Hill, lo sperone vulcanico che si erge di fronte alla Old Town.

I sentieri che portano in cima alla collina vi daranno la possibilità di ammirare Edimburgo dall’alto, con una visione a 360° sulla città: potrete avere non solo la vista più fotografata di Edimburgo con il famoso tempietto greco, ma anche ammirare lo splendido panorama dell’Arthur’s Seat da un lato e del mare e del Fife dall’altro.

Nei secoli numerosi architetti hanno utilizzato questa collina come laboratorio per il loro ambizioso progetto di fare diventare Edimburgo una sorta di Atene del Nord: infatti i tanti monumenti che popolano Calton Hill sono a tema greco, volti a ricreare una sorta di spazio atemporale che enfatizzasse il senso di lontananza rispetto alla città.

Parchi e Giardini

Holyrood Park

Queen's Dr, Edinburgh EH8 8HG, Regno Unito (Sito Web)

Al fondo del Royal Mile si estende una zona boschiva di meravigliosa bellezza: appena lasciato il centro affollato e rumoroso, in pochi passi sarete immersi nella natura e vi sembrerà di essere anni luce lontani dalla città.

Questa zona è chiamata Holyrood Park e condensa in 8 chilometri di diametro tutto il fascino e la varietà dei paesaggi scozzesi: montagne, brughiere, dirupi, paludi, lochs (laghi), glens (valli strette) e campi verdissimi.
E’ un vero e proprio paradiso per gli occhi e un’ottima occasione per fare una passeggiata completamente immersi nella natura a pochi passi dal centro storico della Old Town.

Ci sono due possibili passeggiate per ammirare il parco: noi vi consigliamo di intraprenderle entrambe facendo così un percorso circolare che toccherà i punti più panoramici.

Per consultare tutti i sentieri percorribili potete reperire mappe e cartine presso il Holyrood Park Information Centre.

Nel Duddingston Village troverete lo Sheep Heid Inn, uno dei più antichi pub di Edimburgo, ottimo per uno spuntino o una birra.

Portatevi scarpe comode e una giacca a vento: le frequenti piogge che si abbattono sulla città rendono fangosi e scivolosi i sentieri mentre un vento impetuoso spazza i crinali e le brughiere. In estate non dimenticate la crema solare: il venticello sempre presente toglie la sensazione dei raggi del sole sulla pelle.

Princes Street Gardens

Princes St, Edinburgh EH2 2HG, Regno Unito (Sito Web)

Vero polmone verde della città nel cuore del centro storico, i Princes Street Gardens sono un luogo idilliaco, fatto di grandi alberi, prati verdi e sentieri che attraversano le due sezioni del parco, Est e West.

Questo è il posto ideale per rilassarsi, leggere un libro sulla panchina oppure osservare gli abitanti della città che si rifugiano qui per una pausa rigenerante, ma soprattutto da qui si gode una spettacolare vista sul Castello di Edimburgo arroccato sulla collina.

Sempre da qui, in occasione dell’Hogmanay e durante i grandi festival potrete ammirare i fuochi d’artificio che richiamano sempre tantissima gente: è una delle postazioni migliori per ammirarli in tutta la loro bellezza.

Infine, sappiate che al suo interno c’è un parco giochi per bambini sul versante occidentale e che durante la bella stagione vengono esposte delle bellissime composizioni floreali (soprattutto all’ingresso di West Princes Street Gardens, alla base della collina).

Giardino botanico Reale di Edimburgo

Arboretum Pl, Edinburgh EH3 5NZ, Regno Unito (Sito Web)

Un vero paradiso terrestre a Edimburgo lo potete trovare al Royal Botanic Garden, un’oasi verdeggiante che si trova ai margini settentrionali della New Town: non solo è il posto adatto dove farsi una cultura di flora esotica ma i suoi dintorni verdeggianti lo rendono il luogo ideale per trascorrere un pomeriggio soleggiato.

Oltre alle serre con palme, felci, orchidee e piante acquatiche, qui troverete sezioni a tema come il giardino cinese e il bosco scozzese, oltre a sentieri immersi in una natura dolcissima dove potrete incontrare curiosi scoiattoli e intravedere volpi in mezzo agli alberi.

Se vi recate qui dopo un temporale, la flora sarà particolarmente deliziosa e ci sarà poca gente. Dal Terrace Cafè avrete una vista spettacolare sul castello e sulla Old Town.

The Meadows Park

Melville Dr, Edinburgh EH9 1ND, Regno Unito

Alle spalle dell’Università di Edimburgo si estende The Meadows, una stupenda area verde, con viali alberati e prati immensi frequentata prevalentemente da studenti.

E’ il luogo ideale per praticare diverse attività all’aperto, giocare a frisbee o altri sport di squadra ma anche per rilassarsi sull’erba o su una panchina ammirando il paesaggio. D’estate qui si svolgono concerti e feste.

Musei e Gallerie

Museo di Edinburgo

142-146, Canongate, Edinburgh EH8 8DD, Regno Unito (Sito Web)

Questo piccolo museo al fondo di Canongate ospita la più ricca collezione di storia locale della città. Qui vedrete tantissimi cimeli e oggetti autentici della vita quotidiana degli abitanti di Edimburgo, in perfetto stato di conservazione e divisi a seconda della zona di Edimburgo.

Se conoscete la storia di Greyfriars Bobby, sarete entusiasti di vedere il suo collare, la sua ciotola e il modello di gesso originale che è stato usato per la statua di bronzo che si trova a Candlemaker Row.

Uno dei tesori più grandi di questo museo è la Convenzione Nazionale firmata dal Comando Presbiteriano di Scozia nel 1638, mentre le collezioni di vasellame scozzese e di oggettistica di Field Marshall Earl Haig sono di importanza nazionale.

Oltre agli oggetti ammirate anche la struttura e gli interni della casa: potrete facilmente immaginare la vita dell’epoca.

Museo Nazionale Scozzese

Chambers St, Edinburgh EH1 1JF, Regno Unito (Sito Web)

Al lato sud di Chambers Street, a due passi dalla statua di Greyfriars Bobby, si trova lo straordinario edificio che ospita il National Museum of Scotland: questo bellissimo museo è decisamente interessante sia per coloro che desiderano approfondire la storia scozzese, sia per chi viaggia con bambini, grazie alle sezioni dedicate alla natura, alle culture del mondo e alla scienza.

Una sezione del museo racconta la storia della Scozia dai primi insediamenti umani fino ai giorni nostri attraverso una suddivisione cronologica in sette livelli: qui potrete approfondire i vari periodi storici della Scozia attraverso reperti archeologici di grande valore come il tesoro di Trappain o gli scacchi vichinghi di Lewiss, con i personaggi illustri come Stevenson o l’evoluzione industriale e nei trasporti.

All’interno del museo sono inoltre a disposizione diverse gallerie dedicate al mondo della natura, all’evoluzione della scienza e della tecnologia, alle diverse culture nel mondo, all’arte e al design nella storia, alle innovazioni e alle idee che hanno fatto crescere il mondo e dato origine alle scoperte.

Il National Museum of Scotland vanta 8.000 reperti provenienti non solo dalla Scozia, ma anche da viaggi d’esplorazione degli scienziati dell’epoca, come Charles Darwin: il posto ideale dove rinchiudersi in una giornata di pioggia.

National Gallery of Scotland

The Mound, Edinburgh EH2 2EL, Regno Unito (Sito Web)

Realizzato come “tempio delle belle arti” questo imponente museo è posizionato davanti ai bellissimi giardini di West Prince Street Garden e ai piedi del Moud, la collina realizzata con i cumuli di terra di riporto provenienti dai lavori per la costruzione della New Town.

Il museo oggi è stato integrato nel complesso museale delle National Galleries, insieme alla Scottish National Gallery of Modern Art e alla Scottish National Portrait Gallery e comprende anche The Royal Scottish Academy, una galleria dedicata all’arte e agli eventi culturali.

Al suo interno potrete ammirare opere di Botticelli, Raffello, Tiziano, Jacopo Bassano, Tintoretto e Veronese. Oltre alla serie dei Sette sacramenti di Poussin, sono in mostra anche opere di Rubens, Rembrandt, Vermeer, Pissarro, Degas, Monet, Renoir, Gauguin, Van Gogh e Cézanne. Tra i pittori scozzesi e inglesi ricordiamo invece una splendida collezione di acquerelli di Turner.

Scotch Whisky Heritage Center

The Royal Mile, 354 Castlehill, Edinburgh EH1 2NE, Regno Unito (Sito Web)

Situato accanto al Castello di Edimburgo, lo Scotch Whisky Heritage Center offre al visitatore la possibilità di immergersi nel mondo dello Scotch Whisky: whisky tour, negozi, bar, coffee shop e ristorante.

I visitatori impareranno le differenze fra whisky a malto singolo, miscelato e di grano, potranno conoscere il maestro della miscelatura e fare un viaggio nella storia del whisky. Il tour include un assaggio di whisky ed un bicchiere in omaggio da portarsi a casa come souvenir.

Questo centro è una simulazione della visita a una distilleria: lo consigliamo solo a coloro che, appassionati di whisky, non hanno la possibilità di visitare una delle tante distillerie disseminate in giro per la Scozia.

Royal Yacht Britannia

Ocean Dr, Edinburgh EH6 6JJ, Regno Unito (Sito Web)

Il Britannia fu costruito nel cantiere navale di John Brown & Co. Ltd nel Clydebank, West Dunbartonshire, in Scozia.

Lanciata da sua maestà la Regina Elisabetta II il 16 aprile del 1953, nel corso della sua carriera di Yacht Reale (durante la guerra si pensò di convertirla in ospedale del mare anche se il progetto non andò mai in porto) trasportò la Regina, altri membri della famiglia reale e diversi dignitari in 696 visite all’estero e 272 visite nei mari della Gran Bretagna.

Nel 1981, il Principe Carlo e la Principessa Diana trascorsero la loro luna di miele a bordo del Britannia.

La nave ha anche evacuato più di 1000 rifugiati dalla guerra civile ad Aden nel 1986. Inoltre lo yacht serviva come rifugio mobile per la Famiglia Reale Inglese nel periodo della guerra nucleare con l’Unione Sovietica.

Nel 1997, dopo aver cessato il servizio, la nave venne acquistata dal comune di Leith e trasformata in un museo contro la volontà della famiglia reale che voleva affondarla per farle fare una fine dignitosa.

La visita consente di esplorare il ponte, gli alloggi dell’ammiraglio e della famiglia reale girando liberamente nello yacht.
Potere arrivare qui con gli autobus che partono da Prince Street o da Waverly Bridge, ma in una bella giornata può essere piacevole fare una lunga camminata a piedi.

Dynamic Earth

Holyrood Rd, Edinburgh EH8 8AS, Regno Unito (Sito Web)

Non solo il Parlamento Scozzese ha portato una ventata di modernità a Edimburgo: Dynamic Earth è una bianca struttura a spuntoni simile a un istrice che ospita un’attrazione tecnologica all’avanguardia ideale soprattutto per colo che viaggiano con ragazzi.

Si tratta di un viaggio alla scoperta del nostro pianeta. Farete un salto nel passato per assistere al Big Bang ed essere colti dalle eruzioni vulcaniche, volerete sui ghiacciai, vi tufferete negli oceani e vi troverete persino nel bel mezzo di una tempesta tropicale.

Scoprite il patrimonio scozzese nella nuova galleria esterna Earthscape Scotland.

City Art Centre

2 Market St, Edinburgh EH1 1DE, Regno Unito (Sito Web)

Questo centro, che si trova nel cuore della capitale ed è composto da 6 gallerie espositive, fu inaugurato nel 1980 ed è il cuore scozzese delle arti visive.

Le dimensioni e la varietà della sua esposizione, l’hanno resa una delle gallerie più visitate della Gran Bretagna. Consiste in circa 3,500 opere d’arte scozzese: acquarelli, disegni, dipinti, fotografie, stampe, sculture e arazzi, fra queste le opere di Fergusson, Mc Taggart, Peploe e Eardley.

Il centro d’arte ha un programma di mostre che cambiano regolarmente per soddisfare gli interessi dei visitatori:  lavori di artisti locali o internazionali, mostre di fotografia storica e moderna, arte contemporanea e design, architettura e ambiente costruito vengono proposti durante l’anno.

Edificio del parlamento scozzese

Edimburgo EH99 1SP, Regno Unito (Sito Web)

L’assemblea elettiva scozzese, ripristinata nel 1999, ha trovato una nuova sede in questo avveniristico edificio progettato dall’architetto catalano Enric Miralles, morto nel 2000 a lavori ancora non ultimati.

Questa costruzione ha profondamente diviso l’opinione pubblica: costato quasi 400 milioni di sterline, l’edificio dovrebbe ricordare le imbarcazioni tradizionali scozzesi, con motivi architettonici bizzarri come i rivestimenti esterni a forma di incudine e le finestre ispirate alle celle di clausura dei monasteri, ma in realtà è stato aspramente criticato per il suo carattere spiccatamente moderno a contrasto con la bellezza dell’Holyroodhouse e di Canongate da una parte e della natura alle sue spalle dall’altra.

Se l’esterno sembra un’accozzaglia senza senso di stili e di spazi, l’interno invece è arioso e con un suggestivo soffitto in vetro a forma di chiglia di nave rovesciata in cui si è scelto di prediligere il legno di quercia come elemento dominante.

Cosa vedere nei dintorni di Edimburgo

Cappella di Rosslyn

Chapel Loan, Roslin EH25 9PU, Regno Unito (Sito Web)

Il villaggio di Rosslyn, subito fuori Edimburgo, è invaso ogni anno dai turisti che vengono ad ammirare la Rosslyn Chapel, una misteriosa cappella gotica riccamente decorata.

Questo luogo è diventato famoso a livello mondiale grazie a Dan Brown, che ambienta qui alcune scene del suo Codice da Vinci. Ma prima ancora che Dan Brown desse visibilità a questa stupenda chiesa, la Rosslyn Chapel era già al centro delle fantasie legate al mondo dei Templari. Secondo alcuni è infatti qui che è stato nascosto il Santo Graal.

Deep Sea World

Battery Quarry, Forthside Terrace, North Queensferry, Inverkeithing KY11 1JR, Regno Unito (Sito Web)

Questo esteso safari subacqueo ospita migliaia di creature strane e meravigliose. Potrete passeggiare lungo il fondale dell’oceano mentre gli squali nuotano a pochi centimetri sopra la vostra testa con il tunnel subacqueo più lungo del mondo.

Scoprite cosa nascondono le acque oscure del Rio delle Amazzoni oppure del lago Malawi. Osservate i piranha feroci, le anguille elettriche, le rane velenose ed i serpenti nell’ambiente creato per ospitare le forme di vita dell’Amazzonia. Meravigliatevi di fronte alla collezione di cavallucci marini, polpi e pesci lupo.

Attraverso un innovativo programma di eventi organizzati come ad esempio week-end con i rettili, festivals di pesci, pernottamenti avventurosi, week-end pirati, notti in perlustrazione, Deep Sea World è riuscito a soddisfare tutti i gusti e le persone di tutte le età.

Deep Sea World si trova sotto il Forth Rail Bridge, solo 10 minuti a piedi dalla stazione di North Queensferry.

Mappa

Cosa vedere gratis a Edimburgo

La Scozia, si sa, non è una meta economica, ma a Edimburgo ci sono tante attrazioni turistiche gratuite per rendere piacevole il vostro soggiorno senza svenarvi. Eccovi qualche esempio:

  1. La maggior parte dei musei della città sono totalmente gratuiti: City Art Centre, Museum of Edinburgh, National Gallery of Scotland, Scottish National Portrait Gallery, Dean Gallery, Scottish National Gallery of Modern Art, The People’s Story Museum, The Writers’ Museum & Makars’ Court.
  2. Una passeggiata nell’Orto Botanico Reale.
  3. La veduta mozzafiato dal piazzale del castello di Edimburgo (la visita del castello è a pagamento).
  4. Il colpo d’occhio sulla città da Calton Hill.
  5. La visita alla St. Giles Cathedral.
  6. Una bella passeggiata immersi nel verde all’Holyrood Park oppure nei giardini di Princes Street o ancora lungo il Water of Leith, un lungo canale dagli scorci bucolici che vi farà assaporare angoli inediti della città e vi porterà fino al mare, per ammirare il porto!
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.7 su 46 voti
Condividi